Venerdì Mag 24, 2019

Intervistiamo Davide Boiardi guardia-ala dell’Olympia Basket Comiso in vista della decisiva gara 3 di Domenica prossima a Gela.

Davide Boiardi

Cos’è cambiato fra gara 1 e gara 2? È stato solo il fatto di giocare davanti al pubblico amico o avete apportato dei cambiamenti nel vostro gioco ed avete approcciato le partite in modo diverso?

Tra gara 1 e gara 2 sono cambiate molte cose, in primis, l’approccio di inizio gara. A Gela  pronti via e loro sono partiti subito forti come ben sapevamo! Poi facendo un bel gioco di squadra abbiamo pian piano recuperato la partita. Nel ritorno di domenica scorsa, ovviamente avendo giocato gara 1, abbiamo cambiato qualcosa  sugli schemi offensivi e difensivi, abbiamo lavorato  molto  per cambiare il nostro approccio sia all’inizio che nei 40 minuti”.

Quasi 1.000 persone al Paladavolos che vi sostengono! Sei riuscito a diventare uno dei beniamini per le tue doti balistiche. Cosa si prova? Ritieni di essere nel pieno della tua maturità psicofisica o pensi di poter migliorare ancora?

Giocare davanti a tutti quei tifosi è un’emozione indescrivibile, non vedevo  quel palazzetto pieno da anni, anche se ho sentito dire che non si riempiva così dagli anni 86-87. Come ben sapete ogni mio canestro è dedicato a tutti gli appassionati. Un ringraziamento speciale va poi a tutti quei tifosi che ci hanno seguito (e che continueranno a farlo) anche in trasferta. Grazie a loro stiamo crescendo e portando avanti il basket a Comiso. Personalmente parlando ho ancora tanto da imparare e migliorare. Ho 27 anni, non sono ne tanti ne pochi, ma voglio e devo crescere ancora di più”.

La “bella” sarà a Gela domenica 12. Sicuramente ti conoscono bene e proveranno in tutti i modi a limitarti. Come ci si prepara in questi casi durante la settimana?

Per la bella a Gela ovviamente cureremo i minimi particolari. Non sarà la prima volta nella mia carriera che gli avversari proveranno a fare difese particolari nei miei confronti, ma leggendo le varie situazioni durante la partita, cercherò di districarmi al meglio. Anche noi in queste 2 partite abbiamo studiato molto gli avversari e cercheremo di sfruttare le occasioni anche nei loro punti deboli!! Per il resto non dico altro...vinca il migliore”.

            Comiso, 8 Maggio 2019

                                                                                                                                                  Ufficio Stampa
                                                                                                                                                  Gianni Licitra