Venerdì Mag 24, 2019

 

Fase: Serie D Regionale 2018/2019

Graduatoria: 1ª posizione

Allenatore: Ceccato Davide (Farruggio M)

Capitano: Savarese Ernesto

Super User

Super User

Gli iblei fanno propria gara 3 a Gela e si aggiudicano la promozione in Serie C. una prestazione maiuscola dei ragazzi allenati da coach Davide Ceccato che riesce a mantenere i nervi saldi nel concitato finale e portare alla vittoria la propria squadra.
La “bella” della finale playoff di Serie D giocata sul campo del Gela vede vittoriosi i ragazzi dell’Olympia Basket Comiso. Questi, dopo aver pareggiato i conti in gara-2 davanti ad un Paladavolos gremito, riportano tutto in parità e stravincono al Palaltis annullando il fattore e avendo la meglio sui gelesi che avevano chiuso la regular season in testa alla classifica.
Come in gara 1, parte meglio la formazione di casa, piazzando un break di 9 -0. Coach Ceccato corre ai ripari chiamando un tempo e spronando la sua squadra che al rientro in campo comincia a macinare gioco e a piazzare i primi canestri.
Grazie ad un immarcabile Boiardi, Comiso si riporta sotto e grazie ad una tripla di A. Palazzolo si chiude il primo quarto con un sorpasso degli iblei. Al rientro in campo, nella seconda parte della gara, la Multifidi Olympia Comiso entra in campo con una marcia in più e trova in Giovanni Occhipinti, ex di turno, che si comporta da “americano” a differenza di Basi, Eynon e dello stesso Russell.
La trama di gioco si fa più complicata per i gelesi, causa scelte arbitrali discutibili, che ricacciano indietro i tentavi di sorpasso di capitan E. Caiola e compagni. Termina, dunque, una gara al cardiopalma che vede gloriosi i comisani che festeggiano dinnanzi ai propri supporters giunti a Gela per sostenere i propri beniamini locali.
Un momento di sano sport, da incorniciare, è stato l’abbraccio finale tra i due coach (Ceccato e Bernardo) che a fine gara si sono fatti i complimenti a vicenda per le bellissime gare disputate.
“La formula utilizzata per questi playoff- sostiene Ceccato – è brutta ed andrebbe cambiata. Una squadra come il Melfa’s Basket Gela merita il salto di categoria e non di restare in Serie D. Detto ciò siamo davvero contenti per questa bella e sudata promozione.”

PARZIALI: 25- 19, 42 – 45, 65 – 69.

TABELLINO:

MELFA’ S GELA BASKET: Basi 10, Eynon 13, Iacona ne., Martorana ne., La Rosa, Parisi ne, Gatto ne., Sanfilippo 3, Caiola E. 27, Falanga 12, Caiola G. 13. All. Bernardo.

MULTIFIDI OLYMPIA COMISO: Celesti 14, Farruggio ne., Occhipinti 27, Boiardi 20, Savarese 14, Romeo, A. Palazzolo 6, D. Palazzolo D. 2, Vespertino ne, Susino, Russell 2. All. Ceccato

Intervista al presidente onorario della società Olympia Basket Vincenzo Amato che ha diretto il sodalizio per decenni e che ora segue sempre da vicino il nuovo corso dell'attuale dirigenza.


Dottor Amato, l’Olympia esiste dal 1985, una società storica che continua ad appassionare e a fare parlare bene di se nel panorama cestistico siciliano, dove nei decenni tante società sono nate e scomparse nel volgere di brevi cicli. Qual è la forza di questa società?
“La longevità della società nasce dalla grande passione con cui un gruppo di amici , ex giocatori e simpatizzanti, hanno fondato la società appunto nel 1985. Un gruppo innamorato di questo sport, un gruppo che aveva condiviso e vissuto la storia del basket con la grande Diana Comiso che ha rappresentato la città negli anni 60-70 e della quale sono orgoglioso di essere stato uno dei protagonisti in campo. Questo gruppo ha saputo organizzare sin da subito un movimento cestistico tale da coinvolgere una citta intera, creare un importante vivaio con istruttori qualificati vincendo tanti titoli regionali, creare una prima squadra competitiva compatibile con le risorse del territorio, partecipare a campionati nazionali fino alla serie B per ben tre anni e, soprattutto, ha condiviso valori importanti quali serietà, lealtà, passione e amore per questo sport meraviglioso”.


Cosa ha dato il basket a lei nel passato e quali sono ora le motivazioni che la spingono ad impegnarsi per continuare a sostenere uno sport sano e coinvolgente come il basket a Comiso?
“Quando mi si chiede cosa mi dato il basket rispondo semplicemente che ha caratterizzato tutta la mia vita in maniera positiva sia dal punto di vista sportivo che umano e professionale. Mi sono avvicinato al basket all'età di 14 anni per caso ed ho capito subito la dimensione e la bellezza di questo sport, la capacità di poter unificare la mente e il corpo in un unico gesto atletico sublime, la grande sensazione di poter condividere con tanta gente un canestro al punto che è diventato il mio primo amore . Il basket mi ha fatto crescere come atleta e come uomo, mi ha fatto conoscere tantissime persone, mi ha fatto superare quelle timidezze che sono tipiche in età giovanile, mi ha fatto diventare un atleta che ha rappresentato la mia città nel panorama cestistico nazionale, mi ha dato la consapevolezza che con sacrificio, serietà e tanto lavoro si può arrivare in alto, senza ricorrere a mezzi esterni o aiuti vari e, soprattutto, mi ha fatto capire come affrontare le competizioni che la vita ci pone di fronte. Oggi abbiamo una realtà che continua perché il gruppo storico di cui si è parlato ha avuto la capacità di sapersi rinnovare. Io per primo ho ceduto lo scettro a Roberto Biscotto che ritengo sia la persona giusta per il suo trascorso sportivo nell'Olympia ma soprattutto per la sua taratura umana e professionale. E merito suo se oggi la società è lanciata verso una crescita e credo che ci siano i presupposti per continuare in questa direzione”.


Volge al termine una stagione sportiva esaltante. Si arriverà domenica prossima alla disputa della finalissima a Gela, dopo avere riconquistato la parità nella sfida a Comiso davanti a quasi 1.000 spettatori in un tripudio totale. Una sfida che si è dimostrata tecnicamente di alto valore, con due società che meriterebbero entrambe la categoria superiore, con un pubblico sportivissimo da parte delle due tifoserie. Cosa si aspetta dalla partita di domenica e cosa si augura per il futuro del basket a Comiso?
“Domenica è stato bellissimo vedere il palazzetto strapieno e sono certo che si continuerà in questa direzione. La partita col Gela rappresenta una classica del territorio dal momento che abbiamo avuto anche in passato altre finali. Che vinca lo sport. Sono certo che domenica prossima i ragazzi disputeranno una grande partita. La squadra è cresciuta tanto grazie al lavoro dei giocatori e dello staff tecnico ma soprattutto ha trovato i suoi equilibri e la sua forza nel gruppo. Noi ci saremo comunque, continueremo a sostenere i nostri colori e ad affrontare le nuove sfide che si presenteranno gridando tutti insieme e sempre FORZA OLYMPIA!!!”.

Comiso, 10 Maggio 2019

Ufficio Stampa

Davide Boiardi

Cos’è cambiato fra gara 1 e gara 2? È stato solo il fatto di giocare davanti al pubblico amico o avete apportato dei cambiamenti nel vostro gioco ed avete approcciato le partite in modo diverso?

Tra gara 1 e gara 2 sono cambiate molte cose, in primis, l’approccio di inizio gara. A Gela  pronti via e loro sono partiti subito forti come ben sapevamo! Poi facendo un bel gioco di squadra abbiamo pian piano recuperato la partita. Nel ritorno di domenica scorsa, ovviamente avendo giocato gara 1, abbiamo cambiato qualcosa  sugli schemi offensivi e difensivi, abbiamo lavorato  molto  per cambiare il nostro approccio sia all’inizio che nei 40 minuti”.

Quasi 1.000 persone al Paladavolos che vi sostengono! Sei riuscito a diventare uno dei beniamini per le tue doti balistiche. Cosa si prova? Ritieni di essere nel pieno della tua maturità psicofisica o pensi di poter migliorare ancora?

Giocare davanti a tutti quei tifosi è un’emozione indescrivibile, non vedevo  quel palazzetto pieno da anni, anche se ho sentito dire che non si riempiva così dagli anni 86-87. Come ben sapete ogni mio canestro è dedicato a tutti gli appassionati. Un ringraziamento speciale va poi a tutti quei tifosi che ci hanno seguito (e che continueranno a farlo) anche in trasferta. Grazie a loro stiamo crescendo e portando avanti il basket a Comiso. Personalmente parlando ho ancora tanto da imparare e migliorare. Ho 27 anni, non sono ne tanti ne pochi, ma voglio e devo crescere ancora di più”.

La “bella” sarà a Gela domenica 12. Sicuramente ti conoscono bene e proveranno in tutti i modi a limitarti. Come ci si prepara in questi casi durante la settimana?

Per la bella a Gela ovviamente cureremo i minimi particolari. Non sarà la prima volta nella mia carriera che gli avversari proveranno a fare difese particolari nei miei confronti, ma leggendo le varie situazioni durante la partita, cercherò di districarmi al meglio. Anche noi in queste 2 partite abbiamo studiato molto gli avversari e cercheremo di sfruttare le occasioni anche nei loro punti deboli!! Per il resto non dico altro...vinca il migliore”.

            Comiso, 8 Maggio 2019

                                                                                                                                                  Ufficio Stampa
                                                                                                                                                  Gianni Licitra

La Multifidi Olympia Comiso reduce dalla sconfitta sul suono finale della sirena in gara 1 a Gela, non può sbagliare gara 2 e, dinnanzi ad un gremito e caloroso pubblico del Paladavolos, s'impone su una mai doma Melfa's Gela. Tutto rimandato, dunque, a gara 3 che si terrà domenica prossima a Gela per decretare il salto di categorie in serie C per una delle due contendenti. L'approccio alla gara è molto positivo, con delle giocate semplice e veloci, buone penetrazioni e devastanti conclusioni da parte dei comisani. L'Olympia trova in Occhipinti, Boiardi e Romeo, quest'ultimo dovuto subentrare ad Antonio Palazzolo che dopo soli 57'' lascia il campo a causa di una distorsione al ginocchio, i finlizzatori principali. Il Gela, subisce il gioco avversario e chiude sotto di 16 punti al riposo breve. Al rientro, Eynon e i due Caiola utilizzano tutti i mezzi a disposizione per ricucire il divario, ma i comisani, trascinati da capitan Savarese bloccano la rimonta rossonera. Dopo un primo tempo giocato a ritmi alti e sostenuti, in cui gli ospiti cercano d'imporsi con la loro maggiore fisicità e a cui i padroni di casa rispondono con delle rapide giocate e gran lotte sotto canestro, il punteggio segna 55-38. L'inizio del secondo tempo porta il nome di Celesti che segna una tripla e l'Olympia si porta a +22, massimo vantaggio della gara. Rallenta il ritmo, ma non mancano le buone giocate con difese sempre più agguerrite. Gela prova il tutto per tutto con Basi, Eynon e soprattutto Caiola riportandosi a -8, infine grazie ad una tripla di Occhipinti che riporta il vantaggio +13 si chiude la gara in favore dei padroni di casa.

 

La Sicilia 06.05.2019

Parziali:

COMISO BK 96 - GELA BK 84 (32-16, 55-38, 74-58)

Tabellino: 

MULTIFIDI OLYMPIA COMISO: Occhipinti 16, Savarese 22, Boiardi 26, A.Palazzolo, Russell 2, Romeo 15, Celesti 9, Susino, D. Palazzolo 6, Farruggio, Vespertino n.e. All. Ceccato.

MELFA'S GELA: Basi 17, Eynon 13, G. Caiola 23, E. Caiola12, Falanga 13, Sanfilippo6, La Rosa, Gatto n.e., Dispenzeri n.e., Iacona n.e., Parisi n.e. All:Bernardo.

Dichiarazioni del Presidente Roberto Biscotto all'indomani della meritata vittoria anche di gara 2 con la Nuova Pallacanestro Messina (76 a 83 il risultato finale) che proietta l'Olympia Basket Comiso verso la finale promozione con il Gela (gara 1 a Gela il 28 aprile p.v.):
“E' stata senza dubbio una stagione esaltante e densa di soddisfazioni i cui risultati sono andati ben oltre le aspettative. Merito certamente di una squadra di giovani volenterosi e pieni di entusiasmo sapientemente coordinati dal coach Davide Ceccato. Il roster che avevamo predisposto per il campionato era finalizzato al raggiungimento del nostro obiettivo che era quello della salvezza. Nel corso della stagione però l'ingresso di nuove e fondamentali pedine ci ha permesso di fare un salto di qualità non indifferente che gara dopo gara e successi dopo successi, soprattutto con le teste di serie del girone, ci ha portati a questo importante traguardo.
L'Olympia Basket è la storia della pallacanestro comisana. La sua rinascita ha innescato nuova linfa e tanto entusiasmo in tutto il mondo sportivo locale e il risultato di tutto questo è il ritorno del grande pubblico tra gli spalti del Palazzetto dello Sport sempre più numeroso di gara in gara. Questo è motivo di grande soddisfazione per tutta la dirigenza, segno del buon lavoro fatto a partire dai giovanissimi del mini-basket con tante nostre squadre impegnate in numerose competizioni.
A tecnici e giocatori va tutto il nostro ringraziamento per la grande stagione disputata. A loro non posso che dire di continuare a giocare con lo stesso entusiasmo e la stessa voglia di vincere che hanno messo in campo finora. Se dovessimo fare il salto di categoria abbiamo il problema del Palazzetto dello Sport che attualmente non è idoneo alla serie C. L'amministrazione comunale, che ci è stata vicino nell'arco di questa stagione, è a conoscenza della situazione e ha assicurato il massimo impegno affinché si proceda all'adeguamento della struttura sportiva. Da parte nostra possiamo garantire che faremo sempre tutto il possibile per continuare la storia del basket a Comiso”.

Comiso, 8 Aprile 2019


Ufficio Stampa

Vittoria meritata dell'Olympia Comiso sul campo della Nuova Pallacanestro Messina in gara 2 della semifinale Play - off. Gli iblei si sono guadagnati, così, la qualificazione alla finale. I peloritani riescono a condurre nel punteggio soltanto nei primi minuti, poi gli ospiti, trascinati dai canestri a ripetizione di Boiardi e Savarese, indirizzano il match dalla loro parte. 

Nel finale i padroni di casa si rifanno sotto portando il punteggio a -5, ma Comiso gestisce bene il vantaggio, chiudendo la sfida dalla lunetta con lo scatenato Boiardi. L'Olympia sbarca in finale promozione.

TABELLINI: 

NP MESSINA: Diallo 6, Comelli, Albana 27, Scarlata 4, Caroè 14, Molino 4, Stuppia 16, Ferreira 5, Migliorato, Caruso. All. Pizzuto

MULTIFIDI COMISO: Celesti 11, Occhipinti 5, Boiardi 29, Savarese 23, Romeo 4, Palazzolo A., Palazzolo D., Vespertino, Susino 4, Russell 7. All. Ceccato

PARZIALI: 20-29; 40-46; 53-65.

Multifidi Olympia Comiso superlativa, Messina seppellita dai canestri. Gara 1 del campionato di Serie D ha visto il quintetto allenato da Davide Ceccato vincere nettamente il confronto e ipotecare la finale. Resta da giocare il match di ritorno domenica prossima a Messina dove il team comisano troverà un ambiente infuocato anche perché per i giallorossi si tratterà dell’ultima spiaggia: se dovessero perdere gara 2 sarebbero eliminati. In caso contrario, la terza e decisiva sfida si giocherebbe la domenica successiva a Comiso in virtù del miglior piazzamento nella regular season del quintetto comisano.
In Gara 1 l’Olympia ha offerto l’ennesima prova di carattere. Velocità, saldezza di nervi e intelligenza tattica sono state le armi che hanno permesso di sconfiggere una squadra tosta come il Messina.
Occhipinti e Russelll sono stati devastanti, Boiardi ha trovato le soluzioni giuste ed efficaci nei momenti topici della partita, punti e sostanza sono arrivati anche da Antonio Palazzolo, mentre Celesti è stato prezioso come spesso accade. Bravo anche Ceccato a gestire uomini e situazioni di gioco.

La Sicilia 28.03.19

Tabellino: 

COMISO BK 102 - Messina BK 80 ( 22/23 - 47/41 - 78/63 ) + Celesti punti 11 5/6 T.2 0/3 T.3 1/3 T.L. falli 1 minuti 26 + Farruggio punti 3 1/2 T.3 falli 0 minuti 3 + Occhipinti punti 19 4/5 T.2 2/6 T.3 5/8 T.L. falli 2 minuti 28 + Boiardi punti 22 5/6 T.2 2/8 T.3 6/7 T.L falli 1 minuti 36 + Savarese punti 10 1/5 T.2 1/7 T.3 5/7 T.L falli 1 minuti 36 + Romeo punti 0 falli 2 minuti 4 + Palazzolo A. punti 8 1/3 T.2 2/4 T.3 falli 1 minuti 17 + Palazzolo D. punti 1 0/1 T.2 1/2 T.L. falli 3 minuti 11 + Vespertino punti 0 minuti 1 + Susino punti 0 0/4 T.2 falli 2 minuti 4 + Giaccone punti 0 minuti 1 + Russell punti 28 12/13 T.2 4/5 T.L. falli 3 minuti 32

Martedì, 12 Marzo 2019 09:29

G. Rosano - 5

G. Rosano - 5

Martedì, 12 Marzo 2019 09:22

M. Giaccone - 30

M. Giaccone - 30

Partita al cardiopalma quella disputata ieri al Paladavolos tra la Multifidi Olympia Comiso e il Grottacalda P. Armerina, quest’ultima arresasi solo negli ultimi 5’ minuti di gioco.
Col quattordicesimo successo di fila, il quintetto comisano consolida il primo posto sostenuti e sospinti dal pubblico locale. 
Nonostante, un febbricitante Savarese, l’Olympia riesce ad imporre il proprio gioco difensivo permettendo delle ripartenze e giocate straordinarie. Il primo tempo è giocato punto a punto, equilibrata anche la ripresa del secondo tempo. Grazie, poi, alle ottime giocate tra Russell, Celesti e Boiardi l’Olympia spezza gli equilibri e comincia ad allungare, ai danni del Grottacalda tenuto in partita da Sortino e Cardoso. 
L’ultimo quarto, dopo una tripla di Boiardi, è un allungo verso la vittoria finale.
Pagina 1 di 10